Cercasi Direttore di Musei preparatissimo che sia disposto a lavorare gratis. Naturalmente in Umbria

di G.G. #Deruta twitter@perugianewsgaia #Cultura

 

L’onda restauratrice che h devastato l’Umbria con l’uragano lega e l’innamoramento per il nulla che ha trasformato il sangue da rosso a verde (ora vediamo come gli butta col trasformarlo dal verde al blu) ha partorito un’altra proposta demenziale che arriva direttamente da Deruta comune del perugino retta da una lista civica di ispirazione salviniana che ha bisogno di un direttore preparatissimo per i suoi Musei e che lavori anche gratis.

Si perché l’incarico è per la gloria. Loro. Se hai fame fatti tuoi. Non pretenderai anche di essere pagato per lavorare. E te lo dicono prima, così eviti di incazzarti dopo. Ti vogliamo vivo, scattante, preparato, colto, bravo anzi bravissimo, a non ti diamo un centesimo. Perché soldi ‘un ce n’è.

Cos’è richiesto per ricoprire il prestigioso incarico pro bono? Un sacco di roba. Guardate qua.

Art. 1 – Oggetto dell’incarico
In attuazione dell’art. 5 del Regolamento per il funzionamento del Museo Regionale della
Ceramica e della Pinacoteca Comunale, approvato dal Comune di Deruta con Deliberazione del
Consiglio Comunale n. 66 del 14/10/2019, il Direttore, nel rispetto dei programmi e degli indirizzi
stabiliti dal Comune e in stretto raccordo con il/i Responsabile/i delle Aree di competenza, svolge
i seguenti compiti:
a. Cura la gestione scientifica delle due strutture museali;
b. Rappresenta il servizio museale nei rapporti con gli uffici comunali e pubblici in genere;
c. Riceve in consegna, con apposito verbale, e cura le sedi (salvo quanto di spettanza del
Responsabile dell’Area competente della gestione di tutto il patrimonio comunale), le
raccolte, il materiale, le attrezzature del Museo e della Pinacoteca e i relativi inventari.
Segnala e riferisce per iscritto all’Amministrazione comunale, per l’eventuale inoltro al
competente Servizio della Regione e alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e
Paesaggio dell’Umbria, di ogni fatto o cosa che possa dar ragione di ritenere insufficienti
i mezzi e le cautele di conservazione e di custodia delle quali dispone;
d. Sovrintende, sulla base delle relazioni periodiche dei Conservatori, alla salvaguardia e
all’ordinamento delle raccolte, alla costituzione e all’aggiornamento degli inventari, i
registri di ingresso e di uscita;
e. Sovrintende alla conservazione, al restauro, all’ordinamento, all’esposizione, allo studio
delle collezioni ed è responsabile delle attività didattiche ed educative;
f. Coordina ed è responsabile delle campagne di comunicazione e promozione del Museo e
della Pinacoteca e concorre alla definizione dei progetti culturali e istituzionali degli
stessi, alla predisposizione e attuazione del programma annuale delle attività del servizio
museale e del relativo piano di spesa (che confluirà nelle disponibilità del P.E.G.
assegnato al Responsabile dell’Area competente);
g. Elabora i documenti programmatici e la relazione consuntiva annuale sullo stato del
Museo e della Pinacoteca, sulle attività svolte e sull’affluenza del pubblico, da sottoporre,
tramite il Responsabile dell’Area competente, all’approvazione degli Organi istituzionali
del Comune;
h. Coordina le attività di monitoraggio e valutazione delle attività e dei servizi, con
particolare riferimento ai dati sulle presenze dei visitatori e organizza, regola e controlla
i servizi al pubblico, nel rispetto delle direttive regionali e degli standard di qualità fissati
dalla Carta dei servizi museali del Comune di Deruta;
i. Assicura la realizzazione delle iniziative programmate per la valorizzazione delle
raccolte, collabora con le strutture comunali competenti nell’individuazione delle
strategie di reperimento delle risorse economiche necessarie;
j. Sovrintende ed è responsabile della gestione scientifica, della formazione dei piani di
ricerca e di studio, formula proposte e dà il parere sulle acquisizioni, sui prestiti, sui
depositi e sulle donazioni;
k. Regola la consultazione dei materiali artistici e bibliografici del Museo e della Pinacoteca,
l’accesso ai depositi e le riproduzioni delle opere e degli oggetti;
l. Valuta e coordina gli interventi necessari per garantire l’adeguatezza degli ambienti, delle
strutture e degli impianti delle sedi museali.

Poi il colpo di genio.

L’incarico, di natura privatistica, viene conferito a titolo gratuito, salvo rimborso spese
opportunamente documentate.

Il bando scade il 12 giugno e lo trovate per intero qui nel caso vogliate anche voi celebrare il nuovo corso dell’Umbria di Salvini dove se vuoi lavorare lo fai gratis soprattutto se se un operatore culturale. Giunte delle quali essere fieri.

 

(8 giugno 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: